Martedì 1 giugno alle ore 18.00 si inaugura online la mostra di FRANCESCO CECCHETTO, Frammenti dall’inconscio, terzo appuntamento della rassegna LUOGHI DEL PAESAGGIO.

La riflessione di Massimo Bignardi

“Francesco Cecchetto in queste opere, in particolare quelle recenti, pone la sua pittura oltre la visione del vigile sguardo che relaziona il ricordo alla realtà”. È quanto rileva Massimo Bignardi nel breve testo di presentazione che accompagna la mostra. “La tela, la trama fitta del tessuto o quella della carta per acquerello, restituiscono l’immagine di un paesaggio che è tutto interiore, come di un luogo sospeso dell’anima. La tecnica sfoca ogni contorno, disperde la possibilità di definire i corpi e la natura.

È il colore, emotivo e carico di lirismo, a dettare il percorso che tiene insieme l’uomo alla terra, ove masse di figure, senza identità, ci vengono incontro, come flussi che risalgono da infiniti profondi abissi. Il paesaggio diviene pretesto narrativo offrendo all’artista la possibilità di gettare un ponte fra la raffigurazione delle ‘cose’ e la trama dei segni che affiorano dal nascosto territorio dell’inconscio.”

Chi è Francesco Cecchetto

Nato nel 1951 vive e lavora a Solaro. Mostre personali, collettive e rassegne: 1990  “Segni Diversi” Centro Culturale Cascina Emanuela, Solaro, Milano; 1991    “Nero”(personale) Centro Culturale Cascina Emanuela, Solaro, Milano; 1994 “Percorrenze della Pittura”, Villa Borromeo, Solaro, Milano, a cura di Massimo Bignardi; 1996 “Paesaggio Interiore”, Galleria Contemporanea, Bari, a cura di Massimo Bignardi; 1997 “Trame del Disegno Contemporaneo”, Galleria Dedalos, San Severo, Foggia; “Arteinceramica”, Scuderie di Palazzo Reale, Napoli, a cura di Massimo Bignardi;  “Priorità del Disegno”, Galleria Pageart, Angri, Salerno;  “Lezioni per l’Immaginario”, Villa Borromeo, Senago, Milano; “XXIV Premio Sulmona”, Palazzo dell’Annunziata, Sulmona, L’Aquila; “Sogni colorati di Argilla”, Palazzo delle Arti, Capodirise, Napoli; 1998 “Arie Mediterranee”, Medelhavsmuseet, Stoccolma, a cura di Massimo Bignardi;  “I Giardini di Klingsor”, Biblioteca Sormani, Milano;   “Nuove Rotte”, Galleria Dedalos, San Severo, Foggia; 1999 “Paesaggi del Silenzio”, Agerola; 2000 “Corni d’Autore” Figure dell’Immaginario Apotropaico, Spazio Agorà, Napoli; 2002 “Paesaggi”(personale), Villa Rufolo, Ravello, Salerno; “Il Mare”, Palazzo dei Templari, Molfetta;  Personale, Galleria Selezioni d’Arte, Salerno; 2003 “Lo Specchio dell’Animo” (personale), Galleria S.Giorgio, San Giorgio a Cremano, Napoli; 2008 Personale, Studio Proellixe, Milano.


Direzione artistica: Massimo Bignardi

Coordinamento organizzativo: Felicia Landi

Ufficio stampa: Caterina La Bella (Comune di Baronissi)

                             Barbara Landi (Museo-FRaC Baronissi)

Catalogo online: Gutenberg Edizioni

Redazione: Carmine Vitale

Voce narrante: Andrea Avagliano

Progetto grafico: Enzo Ricciardi

In collaborazione con:  Associazione CulturaleTutti Suonati

X