Concorso Calendario Gutenberg: chiamata alle arti!

Concorso Calendario Gutenberg: chiamata alle arti!

Torna il concorso Calendario Gutenberg, dopo l’ultima edizione, datata Gennaio 2018, culminata nella presentazione al Centro Luigi di Sarro di Roma. Anche quest’anno la Gutenberg Edizioni intende focalizzare l’attenzione sul mondo dell’Arte Contemporanea, ponendo l’accento sui nuovi interpreti.

Puoi iscriverti al Concorso Calendario Gutenberg 2020 da qui

Il concorso prevede la selezione di 12 opere rappresentative dell’Arte Contemporanea Italiana, che daranno vita all’edizione 2020 dello storico Calendario targato Gutenberg Edizioni, giunto quest’anno al suo 27° Anniversario. L’edizione del “Calendario Gutenberg 2020” sarà accompagnata dalla pubblicazione di un Catalogo d’Arte con le opere selezionate da 5 giurati, ognuno dei quali selezionerà 12 opere (per un totale di 60).

Le 12 opere vincitrici saranno esposte in una mostra collettiva e poi pubblicate sia sul Calendario che il Catalogo d’Arte, mentre le restanti 48 opere finiranno solo nella Pubblicazione del Catalogo d’Arte che sarà poi distribuito nei maggiori marketplace italiani (Amazon, Ibs, Casalini Libri).

È possibile iscriversi al Concorso fino al giorno 1 dicembre 2019. L’iscrizione è gratuita.Leggi il BANDO UFFICIALE

GeaArt: torna la nostra Rivista dedicata all’Arte

GeaArt: torna la nostra Rivista dedicata all’Arte

GeaArt torna al centro del progetto Gutenberg Edizioni. Dopo una lunga pausa, torniamo a parlare di Arte a 360°: dalle arti figurative alla comunicazione, fino a spaziare tra Cinema, Teatro e nuovi Media.

In anteprima la copertina del nuovo numero, curato dal critico Massimo Bignardi, in uscita il prossimo 30 Settembre.

copertina rivista arte geaArt

GeaArt: il tempo, i tempi.

Di cosa parleremo nel primo nuovo numero? Focus della trattazione sarà “Il tempo, i tempi”, inteso come riflessione sui mutamenti quotidiani e generazionali che condizionano il nostro presente.

Trovano spazio in questo primo numero approfondimenti sull’Architettura, sulla prospettiva post-drammatica del Teatro contemporaneo oltre che del caso Instagram tra innovazione e tradizione.

La rivista vuole aprire uno spiraglio dal quale guardare, ascoltare e parlare, nella consapevolezza che il confronto attivi una nuova coscienza nel dialogo con la città. È un periodico che concentra le sue temporanee focali unicamente sul dibattito delle arti, oltre che una proposta volta ad intrecciare i fili che provengono da un dibattito culturale più ampio, coinvolgendo aspetti e problematiche che cifrano i nostri giorni.
La sua distribuzione è gratuita ed è presente in oltre cento punti: librerie, centri di cultura, biblioteche pubbliche, università ed accademie di belle arti.

Vuoi ricevere la COPIA DIGITALE di GeaArt? Iscriviti all nostra Newsletter

Per farlo basta inviare una mail a gute.edizioni@gmail.com avente come oggetto “Iscrizione Newsletter“.

Come si valuta un’opera d’arte Contemporanea?

Come si valuta un’opera d’arte Contemporanea?

Cosa significa valutare un’opera d’Arte? Quali sono i fattori che determinano una determinata quotazione? In questo articolo proviamo a sintetizzare gli elementi principali che concorrono a quotare opere di artisti emergenti e già affermati per comprendere come si valuta un’opera d’arte.

La valutazione economica di un’opera d’arte dipende da tanti elementi che necessitano essere approfonditi e interpretati da professionisti del settore. L’obiettivo deve essere restituire il giusto valore per evitare acquisti maldestri o incappare in una vendita ad una cifra anomala.

I fattori che influenzano il prezzo finale di un’opera d’arte sono molteplici. Di fondamentale importanza è la schedatura di tutte le informazioni relative all’opera, emotività del collezionista annessa. Ma allora come si valuta un’opera d’arte?

Al primo posto troviamo sicuramente l’autore dell’opera in questione. A partire da esso è già possibile immaginare una fascia di prezzo indicativa: c’è grande differenza, infatti, tra artisti emergenti e “storicizzati”. Nel caso di un artista già affermato sono maggiori i fattori da considerare. Anche la data dell’asta e il luogo possono incidere profondamente sul risultato: basti pensare al sovraffollamento del mercato in alcuni periodi dell’anno con troppe opere in vendita anche solo in una settimana.

Come si valuta un’opera d’arte: i 10 fattori principali

  • Firma dell’autore o se si tratta di multipli/edizioni
  • Soggetto rappresentato
  • Data di esecuzione
  • Tecnica o il supporto
  • Dimensione
  • Presenza o meno della certificazione di autenticità
  • Provenienza da collezioni note e prestigiose
  • Partecipazione a esposizioni
  • Bibliografia (Cataloghi pubblicati)
  • Stato di conservazione

Tra gli altri, un occhio di riguardo lo merita l’elemento “Autenticità“. Essa può essere rilasciata da chiunque ma sono ben pochi i soggetti riconosciuti nel mercato dell’arte ed è per questo che risulta essere fondamentale sapere a chi rivolgersi. L’autentica può essere rilasciata dall’artista, se vivente, oppure dalla galleria che lo rappresenta mentre in caso di decesso sono gli eredi ad avere la facoltà e il riconoscimento di autenticità.

La figura dell’Art Advisor

La figura dell’Art Advisor può giocare un ruolo fondamentale nella compravendita di opere d’arte. Un professionista al servizio del collezionista, il quale ha la possibilità di avvicinarsi al mondo dell’arte con un miglior bagaglio di conoscenze e una maggior consapevolezza. Si tratta, sostanzialmente, della figura professionale che – più di tutti – aiuta i collezionisti a fare buoni investimenti ed è importante affidarsi a persone serie ed affidabili, oltre che parte attiva del settore.

*****************************

SEI UN ARTISTA E TI PIACEREBBE PUBBLICARE CON UNA CASA EDITRICE D’ARTE? Contattaci per avere tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Perché studiare Arte? La risposta della Tate Modern di Londra

Perché studiare Arte? La risposta della Tate Modern di Londra

Perché dedicarsi al mondo dell’Arte, studiare i grandi artisti del passato e cercare nuove intuizioni ed interpreti? Domande a cui ha provato a dare una risposta la galleria Tate di Londra che ha lanciato una campagna di promozione della didattica legata all’arte.

Why study art? (Perchè studiare arte)

In un video pubblicato sul canale Youtube ufficiale della galleria, intitolato “Why study Art?”, sono artisti del calibro di David HockneyYinka Shonibare MBE, Michael Craig-MartinCatherine OpieCate BlanchettAnne-Marie ImafidonCornelia ParkerWolfgang TillmansAmanda Levete, Tania BrugueraBob and Roberta SmithMichael ClarkJacqueline WilsonAlan Parker e Jeremy Deller a spiegare i motivi che dovrebbero avvicinare le nuove generazioni allo studio dell’Arte.

Prendendo come riferimento una ricerca commissionata nel 2018 dall’Arts Council England, che ha messo in luce i benefit che derivano dall’educazione artistica nelle scuole, gli artisti hanno offerto un punto di vista estremamente utile e personale. Tra gli altri Hockney che spiega “come il disegno insegni le persone a guardare” o Shonibare che parla di “arte come chiave di lettura della società contemporanea”, fino a Opie che ha riassunto il significato del suo intervento in una massima: “la creatività corrisponde al pensiero critico contemporaneo”.

*******************************

Sei un Artista e stai cercando una Casa Editrice d’Arte? Contattaci e ti forniremo tutte le info di cui hai bisogno.

banner casa editrice gutenberg edizioni
Catalogo Arte: differenze tra stampa e pubblicazione

Catalogo Arte: differenze tra stampa e pubblicazione

Che differenza c’è tra Stampa e Pubblicazione? Una domanda che probabilmente ti sarai posto soprattutto se hai vagliato l’idea di realizzare un Catalogo Arte. Con questo breve articolo proviamo a darti qualche indicazione più specifica focalizzando l’attenzione su vantaggi e/o svantaggi che derivano da entrambe le attività.

Catalogo Arte: Parliamo di Pubblicazione.

La pubblicazione di un Catalogo d’Arte è un momento importante per qualsiasi artista.
Tutelare la paternità delle proprie opere rappresenta una delle priorità assolute soprattutto in relazione alla possibilità di trarne benefici economici. Ma come si può proteggere e garantire in modo efficiente l’opera intellettuale? L’unico metodo sicuro per avere una pubblicazione riconosciuta è rivolgersi ad una Casa Editrice specializzata nel settore dell’Arte Contemporanea.

Vantaggi.

Pubblicare il tuo Catalogo con una Casa Editrice ti garantisce la certezza della tutela del diritto d’autore contro plagi o copiature. Le pubblicazioni sono registrate presso il Ministero per i Beni Culturali ed ognuna è dotata di un proprio codice ISBN.

La presenza dell’ISBN sulla quarta di copertinadi un libro certifica che: 
1- L’opera è stampata da un editore regolarmente registrato (Camera di Commercio, Ufficio IVA – Prefettura); 
2- Titolo e Nome dell’autore sono elencati sul catalogo dei libri in commercio
3- L’opera viene inserita nel circuito dell’editoria;
4- Pubblicazione prevede l’Iva al 4% (invece del 22% della sola Stampa).

Catalogo Arte: Parliamo di Stampa.

La stampa di un Catalogo è un’attività prettamente tipografica attraverso cui un’opera viene stampata a fini non commerciali, in un dato numero di copie. Non essendo provviste di ISBN, le opere esclusivamente stampate non possono essere commercializzate azzerando completamente la possibilità, per l’artista, di promuoversi e far conoscere la propria arte attraverso il proprio Catalogo.

Vantaggi.

1- Flessibilità dei prezzi;

2- Autonomia decisionale rispetto all’impaginazione dei contenuti del Catalogo.

Svantaggi.

1- Nessuna tutela rispetto alla paternità dell’Opera;

2- Impossibilità di commercializzare il Catalogo;

3- Impossibilità di apporre codice ISBN al Catalogo;

4- Iva al 22% (costi di stampa).

**************************

Sei un Artista e vorresti pubblicare un Catalogo d’Arte? CONTATTACI per avere informazioni.

X