Black Out, la nuova mostra alla Baccaro Art Gallery di Pagani

Black Out, la nuova mostra alla Baccaro Art Gallery di Pagani

Altro appuntamento imperdibile con l’Arte Contemporanea. Venerdì 14 Giugno, presso la Baccaro Art Gallery di Pagani, verrà inaugurata la mostra “Black Out“, realizzata in collaborazione con l’associazione MM18. Un’occasione per avviare un percorso rigenerativo della Galleria che nel 2022 celebrerà il ventennale dalla sua apertura.

Protagonisti assoluti della mostra gli artisti Max Coppeta e Margherita Peluso, entrambi interpreti di caratura internazionale. “Black Out” rappresenta una tappa fondamentale nel loro percorso creativo, qui suggestionato dall’opera di Italo CalvinoLe città invisibili”, in cui l’autore considera irrilevanti lo spazio e il tempo proprio perché la città va descritta nella sua essenza, così come si presenta al visitatore. Può quindi essere considerato il punto catartico, liberatorio, da cui scaturisce il cambiamento avviando alla completezza dell’essere nella sfera cosciente.

Perché Black Out?

Se vogliamo dare una spiegazione al titolo della mostra, balza evidente che
«blackout» significa interruzione improvvisa, buio, oscuramento. È il momento in cui l’essere umano scendendo nella parte più profonda del Sé prende consapevolezza dei propri limiti e, facendo tabula rasa nella sua mente, riprende forza nell’innocenza della rinascita.

Gli Artisti.

Max Coppeta utilizza il colore nero come simbolo, scissione netta tra luce e buio. È il colore del mistero, del male, archetipo delle tenebre primordiali, del Kaos. Il nero era il colore del dio Saturno che presiedeva lo scorrere del tempo, della morte e della rinascita in un continuum infinito. Ma la morte del vecchio ordine dà origine al nuovo  aprendo alla comprensione che morte e rinascita sono soltanto fasi transitorie e che la fine dà origine  sempre ad un nuovo inizio.

Max Coppeta artista Black Out

Margherita Peluso non può essere inquadrata in alcuno schema tradizionale. È un’anima vagante nel mondo che spazia tra teatro, produzioni letterarie, ricerca antropologica, arte performativa, critica. Potremmo definire epistemofilia la sua sete di conoscenza che la porta in giro per il mondo in cerca di Maestri che possano soddisfare questa sua esigenza.

Margherita Peluso artista Black Out

Contatti:

Baccaro Art Gallery

Via Carmine, 66 – Pagani (Sa)

081 5150877  –  3926931259

info@baccaroartgallery.it

Associazione Culturale  MM18

Via Carmine,66 – Pagani (Sa)

info@associazionemm18.org

X