Sergio Nannicola “Rinascere con l’arte”

 18.00

Descrizione

Sergio NannincolaRinascere con l’Arte

Rinascere con l’Arte raccoglie le esperienze dell’artista Sergio Nannicola da quando, nel 2009, la terra dell’Aquila tremò. Attraverso un ricco repertorio di immagini e testi, si ricostruisce un percorso diacronico “pre e post-sismico” dove tematiche, soggetti e materia ripercorrono questioni di identità, memoria e immanenza recuperate dall’oblio del tempo e degli uomini. Nannicola dedica tempo e spazio della sua vita privata quasi fosse una missione da compiere nell’interesse di un’intera comunità, ferita ma accesa dalla voglia di ripartire dal concreto ma anche dall’Arte.

“Rinascere con l’arte”

Rinascere con l’Arte, attraverso un ricco repertorio di immagini e di testi, ricostruisce un percorso diacronico “pre e post sisma”.

Inizialmente si voleva raccontare attraverso l’arte un destino avverso e per altri controverso, poi si è provato ad immaginare qualcosa che andasse oltre. Su questo percorso Sergio Nannicola si è dovuto misurare creativamente con la necessità di ricostruire un passato e un futuro.

Informazioni aggiuntive

Data di pubblicazione

2015

Pagine

130

Stampa

Colori

Lingua

Italiano

Formato

17×24

ISBN

978-88-7554-087-6

Sergio Nannicola

Sergio Nannicola è nato nel 1958 a L'Aquila. La sua formazione artistica inizia intorno alla metà degli anni settanta quando è allievo, tra gli altri, di Fabio Mauri, Gino Marotta, Giosetta Fioroni e Sergio Lombardo. Nel 1982 e nel 1983 è invitato a partecipare agli stages Incontri Internazionali delle Arti, ad Anacapri, dove ha occasione di lavorare con Enrico Baj, Joe Tilson e Nino Caruso; agli incontri partecipano critici e storici di primo piano come Achille Bonito Oliva, Gillo Dorfles, Lea Vergine, Giulio Carlo Argan, Filiberto Menna, Francesco Vincitorio. Tra le principali mostre personale e partecipazioni a rassegne si segnalano: nel 1984 la personale alla Galleria San Carlo di Napoli; nel 1985 Una nuovissima generazione nell'arte italiana, tenutasi a Siena; Alternative Attuali/Abruzzo 87, L'Aquila, 1987; Itinerari paralleli, Neuchâtel (Svizzera), 1987; 18° biennale Internazionale di Grafica, Lubljana, 1989; Giovani Artisti a Roma, Palazzo delle Esposizioni, Roma, 1990; V Biennale d'Arte Sacra, San Gabriele, Isola del Gran Sasso (TE), 1992. Nel 1993 partecipa alla International Grafiek di Maastricht, la prima biennale Internazionale di Grafica in Olanda; nel 1994 è invitato alla terza Biennale di Grafica di Belgrado, mentre nel 1995 e nel 1996 partecipa a due importanti edizioni di Ad usum fabricae, entrambe realizzate a L'Aquila, ospitate nella sede del Muspac e nella ex Chiesa di San Domenico. Nel 2000 è invitato all'Annuale d'Arte Lo scandalo dello spirito, una mostra d'arte contemporanea realizzata dal Muspac al Forte Spagnolo dell'Aquila; nel 2002 espone all'International Art Center di Kyoto l'opera (S.T.), un mosaico ovale di piccole dimensioni, realizzato con smalti bianchi e un inserto in ferro. Dopo il sisma de L'Aquila del 6 aprile 2009, l'impegno sociale prevale sul lavoro artistico, trovando nella solidarietà e nella partecipazione attiva un nuovo mezzo espressivo. Nel 2011 partecipa alla mostra Maestri di Brera per l'Unità d'Italia (a Bruxelles, Milano, Lima e Caracas); nel 2012 alla rassegna Illuminare è Pensare a Pieve di Cento. Nell'estate del 2014 realizza a L'Aquila nel restaurato Palazzetto dei Nobili sito nel centro storico devastato dal sisma, la mostra antologica dal titolo Rinascere con l'arte - L'arte come strumento di vita per riorganizzare il presente e immaginare il futuro, successivamente è invitato ad Arte in Cibo - Cibo in Art. Insegna presso l'Accademia di Brera a Milano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Sergio Nannicola “Rinascere con l’arte””

Your email address will not be published. Required fields are marked *

X